SUMMER School

FESTIVAL MUSEO SOCIAL CLUB

CAPITALE NARRATIVO

COME E PERCHÉ RACCONTARE UN TERRITORIO

Modelli, tecniche di progettazione, storytelling e produzione multimediale.

Un progetto di alta formazione a cura di Carlo Turco e Umberto Mosca, realizzato con Cultura dal Basso – Impresa Sociale.

Il progetto si svolgerà a Fossano dal 5 al 8 settembre 2019 ed è realizzato con il sostegno del progetto Museo Social Club, con il patrocinio dell’Ascom di Fossano, dell’I.I.S.Arimondi- Eula di Savigliano, media partner il settimanale “La Fedeltà” di Fossano.

La sede delle giornate di formazione sarà il Palazzo Sacco Hostello di Fossano.

La competitività di un’azienda è la competitività del sistema territoriale in cui opera. Il suo valore nel tempo dipende dallo sviluppo del territorio in cui è immersa e dalla capacita di raccontarsi in maniera integrata da parte di questo territorio (“fiction economy”). In un mondo globalizzato in cui ogni territorio compete con ogni altro per affascinare i mercati e per attirare persone e risorse, la narrazione attraverso la cultura diventa, infatti, uno strumento strategico per valorizzare il sistema territoriale nella complessità delle sue possibili collaborazioni: aziende, fondazioni, associazioni, istituti scolastici, pubbliche amministrazioni.

È in questo scenario contemporaneo che si colloca il progetto innovativo di alta formazione

 “L’impresa e la cultura: come e perché raccontare un territorio”, che si pone i seguenti obiettivi:

⁃              La creazione e lo sviluppo di una rete di persone e imprese sul territorio orientate a una narrazione strategica ed integrata del territorio stesso

⁃              La messa in relazione, attraverso la partecipazione attiva delle persone e delle imprese, dei distretti della provincia di Cuneo con altre zone dell’Italia interessate a valorizzare in maniera condivisa il proprio specifico patrimonio di narrazioni

⁃              La valorizzazione di quell’insieme di competenze integrate (culturali, produttive, manageriali ed etiche) che costituisce la condizione essenziale per la riuscita di nuove esperienze nell’era della complessità

⁃              La costruzione di un ambiente di studio in cui facilitare l’incontro tra persone provenienti da diversi contesti sociali ed economici, collegando le imprese e i giovani, i professionisti e gli studenti, le istituzioni e i cittadini, con la finalità di creare collaborazioni creative e professionali

⁃              La crescita di un polo di formazione che possa diventare un punto di riferimento per quanto riguarda la presentazione e l’approfondimento delle nuove tendenze nell’ambito della comunicazione e del marketing del territorio

⁃              La partecipazione attiva nella costruzione di nuovi elementi di attrazione turistica sui territori del cuneese, attraverso nuovi modelli di comunicazione dell’esistente e tecniche innovative di progettazione di esperienze turistiche inedite

Il progetto “L’impresa e la cultura: come e perché raccontare un territorio” sarà presentato al pubblico in una serie di eventi realizzati con gli Enti partner che si terranno nei mesi di maggio e giugno.

Il percorso di formazione:

A partire dalla conoscenza e l’analisi di molte case history di rilevanza nazionale e internazionale, il percorso di formazione ha l’obiettivo di offrire ai partecipanti le competenze metodologiche e pratiche per realizzare progetti di narrazione di un territorio, approfondendo strategie di storytelling negli ambiti della ricerca, dell’ideazione, della progettazione, della produzione e della comunicazione multimediale.

Tra gli argomenti trattati:

⁃              Tecniche di ricerca e valorizzazione del cultural heritage

⁃              L’azienda e la narrazione della sua Storia

⁃              Raccontare la cultura e l’identità d’impresa

⁃              Progettare e costruire progetti integrati tra i diversi player del territorio

⁃              Dal turismo legato ai film e ai libri ai video di esperienza turistica

⁃              Lo storytelling del territorio nelle competenze della persona e nelle relazioni all’interno dei gruppi

L’organizzazione della Summer School prevede la costruzione di un team “misto” di partecipanti, in cui studieranno e progetteranno insieme imprenditori e artigiani, addetti all’informazione e alla comunicazione, studenti della scuola e dell’università, insegnanti, amministratori pubblici, operatori della società e della cultura.

I partecipanti saranno chiamati a sviluppare una serie di project work basati su casi e argomenti di proprio specifico interesse e fabbisogno.

I project work elaborati dai partecipanti alla Summer School saranno presentati nell’ambito della giornata conclusiva del Progetto, in un evento che vedrà la partecipazione di tutti i partner territoriali.

Per informazioni e iscrizioni:

culturaeimpresa@gmail.com